Skip to content

Ban Ki-moon a Tokyo definisce inaccettabile che Pyongyang possa avere a disposizione armi nucleari

1 luglio 2009

Tokyo, 1. Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, e il ministro degli Esteri nipponico, Hirofumi Nakasone, hanno definito inaccettabile l’ipotesi che la Corea del Nord possa avere a disposizione armi nucleari. Nel corso di una conferenza stampa congiunta, Ban Ki-moon ha invitato il regime comunista di Pyongyang ad astenersi da “qualsiasi nuova azione che possa peggiorare la già grave situazione” in Estremo Oriente, dopo i lanci effettuati di alcuni missili e il test nucleare sotterraneo del 25 maggio scorso.
In visita a Tokyo fino a domani – prima di raggiungere Myanmar per colloqui con la Giunta militare al potere – il segretario generale delle Nazioni Unite ha invitato tutti i Paesi delle Nazioni Unite a dare attuazione alla risoluzione 1874 del Consiglio di sicurezza dell’Onu, in risposta al secondo esperimento atomico nordcoreano che prevede la possibilità di ispezione dei cargo di Pyongyang sospettati di trasportare beni legati ad attività nucleari o a missili.
La Corea del Nord preme con decisione sui piani di arricchimento dell’uranio, seguendo una procedura alla base della messa a punto di armi nucleari. È stato il ministro della Difesa sudcoreano, Lee Sang-hee, a lanciare l’allarme ieri nel corso di un’audizione parlamentare, aggiungendo che l’accelerazione potrebbe essere un segnale del peggioramento delle condizioni di salute di Kim Jong-il.
Gli Stati Uniti hanno annunciato il blocco dei beni di due compagnie che avrebbero dato sostegno al programma nucleare e missilistico della Corea del Nord. L’annuncio, fatto dal Tesoro statunitense, riguarda il blocco dei beni della Hong King Electronics (basata sulla Isola di Kish, in Iran) e della Namchongang Trading Corp., una compagnia basata nella Corea del Nord. Un portavoce del Tesoro ha spiegato che l’iniziativa statunitense mira a impedire “alla Corea del Nord di sfruttare il sistema finanziario internazionale per far progredire i suoi programmi nucleare e missilistico”.
Intanto, una nave nordcoreana sospettata di trasportare armi ha invertito la sua rotta e naviga ora in direzione della Corea del Nord dopo essere stata seguita dalla Marina militare americana, nell’ambito di un programma di monitoraggio dell’Onu. “Non abbiamo idea di dove si stesse dirigendo – ha spiegato un ufficiale statunitense coperto dall’anonimato – e gli Stati Uniti non sono intervenuti per farla tornare indietro”.

(©L’Osservatore Romano – 2 luglio 2009)

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: