Skip to content

Realismo e saggezza nel cammino ecumenico indicato da Benedetto XVI

30 dicembre 2008

La Chiesa cattolica intende proseguire e intensificare il proprio impegno ecumenico “con prudenza e saggezza pastorale”:  ecco la linea per il dialogo che Benedetto XVI ha indicato, il 12 dicembre scorso, ricevendo in udienza il Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani.
Riepilogando il 2008 ecumenico, il Papa ha ricordato con soddisfazione, nel suo discorso all’assemblea plenaria di fine anno, i significativi passi in avanti compiuti a tutto campo nei rapporti con le Chiese ortodosse e con le antiche Chiese ortodosse orientali. In particolare il documento di Ravenna “apre sicuramente una prospettiva di riflessione sulla relazione che esiste tra primato e sinodalità nella Chiesa”. Mentre il confronto con i protestanti, ha constatato il Papa, si trova “in una situazione intermedia”.
Occasioni per nuovi passi in avanti nei diversi dialoghi sono stati il Sinodo sulla Parola di Dio, i viaggi internazionali negli Stati Uniti d’America, in Australia e in Francia e l’Anno paolino. E proprio san Paolo, nella cerimonia del 28 giugno, è stato indicato dal Papa a tutti i cristiani come “via sicura per mantenere l’unità e, nel caso della divisione, per ricomporla”.
Spiccano tra i numerosi incontri del 2008 quelli con i due Catholicos armeni Karekin ii e Aram i e i tre con Bartolomeo I. “Se abbiamo Padri comuni, come potremmo non essere fratelli tra noi?”:  con questa domanda, a braccio, il Papa si è rivolto direttamente al Patriarca costantinopolitano nella Cappella Sistina, il 18 ottobre, dopo che questi aveva parlato ai padri sinodali in un clima di “grande realismo cristiano”.
Punto fermo nelle relazioni con l’ebraismo nel 2008 resta il discorso del 12 settembre a Parigi. Citando Pio xii (“Spiritualmente noi siamo semiti”) Benedetto XVI ha detto:  “La Chiesa si oppone ad ogni forma di antisemitismo, di cui non v’è alcuna giustificazione teologica accettabile”, aggiungendo che essere antisemiti significa essere anticristiani.

(©L’Osservatore Romano – 31 dicembre 2008)

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: